mercoledì 9 ottobre 2013

Buona giornata



5 febbraio 2014



''Meglio un uovo oggi che la gallina domani''



IL DESTINO



Puoi alzarti molto presto il mattino ma il tuo destino si è alzato un'ora prima di te.
(Anonimo)

SCINTILLE DI SAGGEZZA

Cambiare opinione e seguire chi ti corregge è sempre cosa da uomo libero. (Marco Aurelio)
Un viaggio di mille chilometri inizia sempre con un piccolo passo. (Lao-Tze)
Se ciascuno vedesse i propri difetti non andrebbe a cercare quelli degli altri (Proverbio tedesco)
Spesso ciò che conviene ci fa dimenticare ciò che è giusto (Bodie Thoene)
Ogni diritto è insieme anche un dovere (Johann Gottlieb Fichte)
Fare un'esperienza in più significa avere un'illusione in meno. (Luc de Clapiers de Vauvenargues)
Non dire di conoscere una persona, finché non avrai diviso con lei un'eredità. (Johann Kaspar Lavater)
Adopera ragioni forti con parole dolci (proverbio)
Per fare cose grandi è necessario sognarne di più grandi ancora ( Marie Jeanne Roland de la Platière)
La donna impiega dieci anni per cambiare le abitudini del marito e poi si lamenta che non è più l'uomo che aveva sposato. (Barbara Streisand)
Quando facciamo progetti per la posterità dovremmo ricordare che la virtù non è ereditaria (Thomas Paine)
Non hai convertito un uomo soltanto perché lo hai azzittito.. (John Morley)

LA LEGGENDA DEL BUCANEVE


Il bucaneve fiorisce in inverno e, molto spesso, tra la neve.
E' un semplice fiore simile ad una campanella.
E' il simbolo della speranza e della rinascita.
Si narra che Adamo ed Eva, scacciati dal Paradiso terreste, scesero sulla terra proprio nella stagione invernale e, dopo aver camminato a lungo, si stancarono di procedere ancora in un luogo tanto freddo e inospitale.
Ad un tratto, però, apparve un angelo per incoraggiarli.
Il messaggero divino spiegò loro che sulla terra non vi era solo freddo e gelo ma che il clima sarebbe cambiato in base alle stagioni.
Eva, però, non volle sentir ragioni e fu così che l'angelo accolse nella sua mano alcuni fiocchi di neve,  ci soffiò sopra fino a farli cadere al suolo..Non appena giunti tra la candida coltre nevosa
 i fiocchi si trasformarono in un bellissimo fiore che Adamo chiamò ''Bucaneve''.
Eva, incoraggiata dal miracolo proseguì il  cammino verso quella che sarebbe diventato, poi, la loro dimora.

CASA DI CAMPAGNA


Poesia di Renzo Pezzani
Casa di campagna
Sei sola, sperduta
tra bosco e campagna:
il fumo t'annera,
la pioggia ti bagna.
Sei fatta di sassi,
sei calda di fuochi,
sei colma di grano,
di bimbi, di giochi.
Non t'hanno recinta
neppur d'una siepe
e sotto le stelle
somigli al Presepe.
Nell'ora dei lumi
io sento una mamma
che culla il suo putto
che attizza la fiamma;
la nonna che fila
la nonna che tesse
volgendo al Signore
parole sommesse;
e l'uomo tornato
dai campi, che spacca
la legna sull'aia,
che munge la vacca,
che dentro il grano
ripone il buon seme;
i bimbi nel letto
che pregano insieme.


DINO BUZZATI


Vorrei che tu venissi da me in una sera d'inverno e, stretti assieme, dietro i vetri, guardando la solitudine delle strade buie e gelate, ricordassimo gli inverni delle favole, dove si visse insieme senza saperlo.
(Dino Buzzati da ''Sessanta Racconti''

QUELLE COME ME



Quelle come me regalano sogni,
anche a costo di rimanerne prive…
Quelle come me donano l’Anima,
perché un’anima da sola è come
una goccia d’acqua nel deserto…
Quelle come me tendono la mano
ed aiutano a rialzarsi, pur correndo il rischio
di cadere a loro volta…
Quelle come me guardano avanti,
anche se il cuore rimane sempre qualche passo indietro…
Quelle come me cercano un senso all’esistere e,
quando lo trovano, tentano d’insegnarlo
a chi sta solo sopravvivendo…
Quelle come me quando amano, amano per sempre…
e quando smettono d’amare è solo perché
piccoli frammenti di essere giacciono
inermi nelle mani della vita…
Quelle come me inseguono un sogno…
quello di essere amate per ciò che sono
e non per ciò che si vorrebbe fossero…
Quelle come me girano il mondo
alla ricerca di quei valori che, ormai,
sono caduti nel dimenticatoio dell’anima…
Quelle come me vorrebbero cambiare,
ma il farlo comporterebbe nascere di nuovo…
Quelle come me urlano in silenzio,
perché la loro voce non si confonda con le lacrime…
Quelle come me sono quelle cui tu riesci
sempre a spezzare il cuore,
perché sai che ti lasceranno andare,
senza chiederti nulla…
Quelle come me amano troppo, pur sapendo che,
in cambio, non riceveranno altro che briciole…
Quelle come me si cibano di quel poco e su di esso,
purtroppo, fondano la loro esistenza…
Quelle come me passano inosservate,
ma sono le uniche che ti ameranno davvero…
Quelle come me sono quelle che,
nell’autunno della tua vita,
rimpiangerai per tutto ciò che avrebbero potuto darti
e che tu non hai voluto…


NON CAMBIARE MAI


NOSTALGIA E RIMPIANTO


Nostalgia e Rimpianto


Ora che sale il giorno
Finita è la notte e la luna
si scioglie lenta nel sereno,
tramonta nei canali.

È così vivo settembre in questa terra
di pianura, i prati sono verdi
come nelle valli del sud a primavera.
Ho lasciato i compagni,
ho nascosto il cuore dentro le vecchi mura,
per restare solo a ricordarti.

Come sei più lontana della luna,
ora che sale il giorno
e sulle pietre bette il piede dei cavalli!

/Salvatore Quasimodo)


ED E' SUBITO SERA



Ed è subito sera
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera.

(Salvatore Quasimodo)


POESIA



Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene.
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l'eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.

(Lord Byron)



...NIENTE DI PIU' VERO...

I sogni son desideri
chiusi in fondo al cuor...

IL PIANTO DI UNA DONNA


Il pianto di una donna è come il canto dell'usignolo: unisce la terra al cielo.
(F.M.)

SE IO POTRO' IMPEDIRE



Se io potrò impedire
a un cuore di spezzarsi
non avrò vissuto invano
Se allevierò il dolore di una vita
o guarirò una pena
o aiuterò un pettirosso caduto
a rientrare nel nido
non avrò vissuto invano.

(Emily Dickinson)

LA GIOVINEZZA


Giovinezza: un tesoro che si può avere ad ogni età, anche da giovani:
(Adrien Decourcelle)

IL VERO POSTO DELLE COSE


E' nel ricordo che le cose prendono il loro vero posto.
(Jean Anouilh)

KAHLIL GIBRAN



Ogni seme che l'autunno getta nelle profondità della terra
ha un modo suo proprio di separare nucleo e involucro
al fine di formare le foglie, i fiori e i frutti.
Ma quali che siano i modi,
lo scopo delle peregrinazioni di tutti i semi
è identico:
arrivare a levarsi innanzi al volto del sole.
(Kahlil Gibran)

CIO' CHE CONTA E' L'AMORE!


Se oggi fosse il tuo ultimo giorno di vita e tu lo sapessi, quanto tempo dedicheresti a cose che, di fronte all'eternità, non valgono  nulla?
I minuti sarebbero preziosi e sceglieresti di dedicarli alle cose che, per te, contano di più.
Le cose del mondo sembrerebbero insignificanti e cercheresti di  mostrare il tuo amore a quelle persone che ti sono più care e assicurarti che esse sappiano quanto sono importanti per te.
Cercheresti, anche di rimediare a qualsiasi, stupido, torto fatto loro e risolvere problemi tenuti ancora in sospeso.
Quando si è in pericolo di vita o quando si è accanto ad una persona cara colpita da grave malattia, si comprende che l'ordine d'importanza delle cose... cambia:
- L'UNICA COSA CHE CONTA, DAVVERO, E' L'AMORE!
Si comprende, infine, che è molto più prepotente il bisogno di soddisfare il cuore e la mente più che i cinque sensi.
''CIO' CHE CONTA DI PIU' E' DAVVERO L'AMORE!''

CECCO ANGIOLIERI

S'i' fosse foco, arderei 'l mondo

Cecco Angiolieri

S'i' fosse foco, arderei' il mondo;
s'i' fosse vento, lo tempestarei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil en profondo;
s'i' fosse papa, serei allor giocondo,
ché tutti ' cristiani embrigarei;
s'i' fosse 'mperator, sa' che farei?
a tutti mozzarei lo capo a tondo.
S'i' fosse morte, andarei da mio padre;
s'i' fosse vita, fuggirei da lui:
similemente faria da mi' madre.
S'i' fosse Cecco com'i' sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
le vecchie e laide lasserei altrui.

TRAMONTATA E' LA LUNA

Tramontata è la luna
e le Pleiadi a mezzo della notte;
anche la giovinezza già dilegua,
e ora nel mio letto resto sola.
Scuote l'anima mia Eros
come vento sul monte
che irrompe entro le querce;
e scioglie le membra e le agita,
dolce armonia indomabile belva.
Ma a me non ape, non miele;
e soffro e desidero.
(Saffo)

Saffo nacque attorno alla seconda metà del VII secolo A.C. a Ereso (isola di Lesbo).
Trascorse gran parte della sua vita a Mitilene, dove fondò una comunità per donne sole (tìaso) dedita al culto di Afrodite.
Tema delle sue liriche l'amore, una forza che agita e sconvolge. Ad oggi ci sono pervenute circa 200 frammenti di sue odi..