giovedì 20 febbraio 2014

«L'inizio dell'amore è spesso simultaneo. Non così la fine: da ciò nascono le tragedie». Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80



"CANZONE"

(Don Backy)

Nel più bel sogno ci sei solamente tu
sei come un’ombra
che non tornerà mai più
tristi sono le rondini nel cielo
mentre vanno verso il mare
è la fine di un amore
Io sogno e nel mio sogno vedo che
non parlerò d’amore
non ne parlerò mai più
quando siamo alla fine di un amore
soffrirà soltanto un cuore
perché l’altro se ne andrà
ora che sto pensando ai miei domani
son bagnate le mie mani
sono lacrime d’amore.
Nel più bel sogno ci sei solamente tu
sei come un’ombra
che non tornerà mai più
questa canzone vola per il cielo
le sue note nel mio cuore
stan segnando il mio dolore
Ora che sto pensando ai miei domani
son bagnate le mie mani
sono lacrime d’amore
questa canzone vola per il cielo
le sue note nel mio cuore
stan segnando il mio dolore.


Prima dell'ascolto silenziare l'audio del blog

Nessun commento:

Posta un commento