giovedì 1 dicembre 2016



 
Dicembre.
 

 Dalla profondità dei cieli tetri
scende la bella neve sonnolenta,
tutte le case ammanta come spettri;
di su, di giù, di qua, di là, s’avventa,
scende, risale, impetuosa, lenta,
alle finestre tamburella i vetri..

 (Guido Gozzano)

Nessun commento:

Posta un commento