lunedì 24 aprile 2017



UOMO DEL MIO TEMPO

Sei ancora quello della pietra e della fionda,
uomo del mio tempo. Eri nella carlinga,
con le ali maligne, le meridiane di morte,
t'ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche,
alle ruote di tortura. T'ho visto: eri tu,
con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,
senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora,
come sempre, come uccisero i padri, come uccisero
gli animali che ti videro per la prima volta.
E questo sangue odora come nel giorno
Quando il fratello disse all'altro fratello:
«Andiamo ai campi». E quell'eco fredda, tenace,
è giunta fino a te, dentro la tua giornata.
Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue
Salite dalla terra, dimenticate i padri:
le loro tombe affondano nella cenere,
gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore.

(Salvatore Quasimodo)

mercoledì 19 aprile 2017



REGOLAMENTO



Art. 1 È ammessa la partecipazione a tutti gli autori adulti residenti in Italia e all’estero, con opere esclusivamente in lingua italiana o in lingua del paese d’origine con traduzione in italiano.

Art. 2 Il Concorso è suddiviso in 3 sezioni:

A) Poesia a tema libero.

B) Poesia Religiosa (a tema Laudato sie mi’ Signore per tutte le creature), inteso come amore spirituale e sublime per Dio, per i Santi e per tutti gli esseri viventi, compreso il rispetto per la natura.

C) Poesia dialettale. (Le poesie in lingua dialettale dovranno essere corredate della relativa traduzione).



Art. 3 Si partecipa inviando un numero di poesie a proprio piacere, purché si versi la relativa quota di euro 10,00 per la prima lirica ed euro 5,00 per ognuna delle successive; questo per ogni sezione.

Art. 4 È ammessa la partecipazione a tutte le sezioni; gli elaborati potranno essere inviati in unico plico; inoltre, le opere potranno essere sia edite che inedite ma non dovranno superare i 50 versi.
Si accettano anche opere premiate in altri concorsi.

Art. 5 Ogni concorrente dovrà inviare le proprie creazioni all’indirizzo sotto riportato.

Art. 6 Si richiedono 5 copie dattiloscritte o chiaramente fotocopiate di ogni lavoro con il quale si intende partecipare; di queste, una sola copia corredata di nome, cognome, indirizzo, numero di telefono, sezione e possibilmente e-mail, più, in calce, la seguente dichiarazione autografa: ‘’Dichiaro che l’opera presentata è di mia creazione’’.

Art. 7 La quota di partecipazione dovrà essere inviata tramite c/c bancario IBAN IT90W0200802627000103610867, intestato a Associazione Culturale Magnificat (Fulvia Marconi) filiale Agenzia Ancona Tavernelle (Unicredit 02422), oppure in contanti all’interno della busta assieme agli elaborati, curando la spedizione tramite posta raccomandata entro e non oltre il 20 giugno 2017 ( farà fede il timbro postale di partenza ).

al seguente indirizzo:

ASSOCIAZIONE CULTURALE MAGNIFICAT
Segreteria Premio Poetico Internazionale
‘’ Laudato sie, mi’ Signore ’’ 8° edizione c/o Fulvia Marconi
via Manzoni n. 93 - 60128 Ancona fulvia.marconi@libero.it

Per informazioni Tel. 071/2810720 3476081300 (orario feriale 18/20 festivo 9/11 – 18/20)


Presenzierà, in qualità di Ospited’Onore il Maestro Alessandro Quasimodo

PREMI

Art. 8 Saranno premiati:


Sezione A

Premio: Euro 200,00 -Targa -Attestato -Motivazione della Giuria.
Premio: Euro 100,00 - Targa - Attestato – Motivazione della Giuria
Premio: Targa o coppa – Attestato – Motivazione della Giuria.
Premio: Targa o coppa – Attestato.
Premio: Targa o coppa – Attestato.


Sezione B

Premio: Euro 200,00 Targa – Attestato Motivazione della Giuria.
Premio: Euro 100,00 – Targa - Attestato – Motivazione della Giuria
Premio: Targa o coppa –Attestato – Motivazione della Giuria.
Premio: Targa o coppa – Attestato.
Premio: Targa o coppa– Attestato.


Sezione C

Premio: Euro 200,00 –Targa – Attestato Motivazione della Giuria.
Premio: Euro 100,00 - Targa - Attestato – Motivazione della Giuria
Premio: Targa o coppa – Attestato – Motivazione della Giuria.
Premio: Targa o coppa – Attestato.
Premio: Targa o coppa – Attestato.
I premi in denaro sono al netto di ritenuta IRPEF



Art. 9 Saranno inoltre assegnate Menzioni d’Onore e diversi Premi Speciali messi a disposizione da Enti, per autori particolarmente meritevoli. (Saranno declamate, il giorno della premiazione, soltanto le poesie classificate dal 1° al 5° posto e i Premi Speciali degli autori presenti in sala).

Art. 10 La cerimonia di premiazione avrà luogo domenica 22 ottobre 2017 ore 15,00 (quindici) presso il Convento
Francescano (Sala delle Conferenze), sito in piazza S. Antonio n. 4, cap. 60015 Falconara Marittima (AN).

Art. 11 Al termine della manifestazione è previsto un Concerto Corale cui seguirà ‘rinfresco.

Art. 12 Sarà data comunicazione dell’esito del Concorso, tramite telefono posta prioritaria o e-mail, solamente ai premiati e segnalati di ciascuna sezione.

Art. 13 Coloro che non potranno presenziare alla cerimonia di premiazione potranno delegare, per il ritiro dei premi, persone di fiducia, previo richiesta scritta.
Durante la cerimonia saranno invitati, al ritiro dei premi, soltanto gli autori premiati o segnalati che
avranno confermato la loro presenza in sala.

Art. 14 L’Organizzazione del Concorso si riserva la facoltà di apportare modifiche al regolamento.

Art. 15 La partecipazione al Concorso comporta l’accettazione incondizionata di tutte le clausole contenute nel presente Bando.


LA GIURIA :


Art. 16 La Giuria sarà così composta:


Prof. Francesco Mulè Critico Letterario – Giornalista - Presidente di Giuria
Dott.ssa Valeria Di Felice Editrice
Prof.ssa Maria Di Blasio Ricci Poeta – Scrittrice
Prof. Vittorio Verducci Poeta –Scrittore
Acc. Fulvia Marconi Presidente del Premio (senza diritto di voto)


Art. 17 Il giudizio della Giuria è insindacabile; ad Essa spetta pronunciarsi in caso di controversie e su quanto espressamente previsto dal regolamento.


Art. 18 Gli elaborati non saranno restituiti. I premi in denaro non verranno spediti al domicilio, ma saranno consegnati all’autore premiato, oppure ad un suo delegato il giorno della premiazione. L’Organizzazione non si assume responsabilità per disguidi postali o ritardi.
Art. 19 La graduatoria completa sarà pubblicata nel blog ‘’Associazione CulturaleMagnificat’’.



Per tutti coloro che intendono partecipare, si prega cortesemente, di non aspettare gli ultimi giorni. Si ringrazia per l’attenzione.



sabato 15 aprile 2017


BUONA PASQUA

L'Associazione Culturale Magnificat augura al mondo intero una lieta Pasqua irradiata dalla Luce del Cristo che risorge.

giovedì 13 aprile 2017



VENERDI' SANTO

Nulla, credi, è più dolce per i nostri
occhi di questo giorno senza sole,
con i monti velati di viole
perché la primavera non si mostri…
Venerdì Santo! E ieri sera tu
ti rimendavi quest’abito, tutto
grigio, un abito come a mezzo lutto
per la morte del povero Gesù…
Traevi dalla tua cassa di noce
qualche grigio merletto secolare:
così vestita, accoglierà l’altare
la buona amante con le mani in croce…
Prega per me, prega per te, pel nostro amore,
per nostra cristiana tenerezza,
per la casa malata di tristezza,
e per il grigio Venerdì che muore:
Venerdì Santo, entrato in agonia,
non ha la sua campana che lo pianga…
come un mendico, cui nulla rimanga,
rassegnato si muore sulla via…
Prega, e ricorda nella tua preghiera
tutte le cose che ci lasceranno:
anche il ramo d’olivo che l’altr’anno
ci donò, per la Pasqua, Primavera.
Quante volte l’olivo benedetto
vide noi moribondi nel piacere,
e vide le nostre due anime, in nere
vesti, per noi pregare a capo al letto!
E pregavamo, come se morisse
qualcuno: un poco, sempre, morivamo:
Ma sempre sull’aurora nuova, il ramo
d’olivo i liei amanti benedisse!
Ora col nuovo tu lo cambierai:
anche devi pregare per gli specchi
velati, per i libri, per i vecchi
abiti che tu più non vestirai…
E’ sera: un riso labile si perde
sulle tue labbra, mentre t’inginocchi:
io guardo, dietro la veletta, gli occhi…
due perle nere in una rete verde.

(Fausto Maria Martini)
(1886-1931)

giovedì 6 aprile 2017





Buon giorno, mago Aprile!
Sei tornato? Si desta
al semplice tuo tocco
con tre ghirlante in testa
nell’orto l’albicocco;
l’acacia nel cortile
mette il più bel monile;
le rondini dai nidi
gridano: « Vidi! Vidi!>>


(Angiolo Silvio Novaro)

sabato 1 aprile 2017

PROVERBIO

Aprile fa i fiori e maggio ne ha gli onori


Escono allegri i bambini
dalla scuola,
lanciando nell’aria tiepida
d’aprile, tenere canzoni.
Quanta allegria nel profondo
silenzio della stradina!
Un silenzio fatto a pezzi
da risa d’argento nuovo.

(Federico Garcia Lorca)